Extreme Malangur 2015: in Nepal sulle tracce dello Yeti

Mountain

Conferenza: venerdì 15 gennaio 2016 alle ore 17.30 presso la Sala Consiliare di Palazzo Sforza, a Civitanova Marche. Presentazione dei dati della spedizione scientifico-umanitaria “Extreme Malangur 2015”.

Si terrà venerdì 15 gennaio 2016 alle ore 17.30 presso la Sala Consiliare di Palazzo Sforza, a Civitanova Marche, la Conferenza di presentazione dei dati della spedizione scientifico-umanitaria “Extreme Malangur 2015”.

Relatori alla Conferenza, gli esploratori del Team Explora Davide Peluzzi, Giorgio Antonio Marinelli e Luca Natali:

– Davide Peluzzi, fondatore e presidente della associazione Explora, capo spedizione;

– Giorgio A. Marinelli, civitanovese, Direttore della Explora, vice capo spedizione;

– Luca Natali, archeologo maceratese, membro dell’Istituto Italiano di Paleontologia Umana, coordinatore scientifico e responsabile riprese video.

L’Associazione Explora Nunaat International opera da anni nel campo scientifico e della cooperazione umanitaria in aree del Pianeta Terra considerate “selvagge”.

Tutte le iniziative intraprese dall’Explora sono finalizzate alla conoscenza e alla salvaguardia della cultura delle popolazioni locali incontrate, in particolare, le azioni condotte in Nepal dal 2011 sono finalizzate anche allo sviluppo economico di un’area remota al confine con il Tibet: la valle denominata “Rolwaling”… Una valle sacra al popolo Sherpa, che ha subito nel corso degli ultimi decenni un intenso spopolamento, ed ora afflitta dalle tremende conseguenze dell’ultimo terremoto.

Molteplici gli obiettivi della spedizione di quest’anno in Nepal, denominata “Extreme Malangur Expedition 2015”:

1) studio delle popolazioni locali dal punto di vista antropologico e genetico (le ricerche condotte nel 2013 hanno evidenziato dei caratteri morfologici dentari con altissima frequenza nell’uomo di Neanderthal);

2) indagini di tipo insediamentale presso alcuni villaggi abbandonati collocati tra i 4600 e i 4900 m di quota, con relativo studio sui cambiamenti climatici;

3) ricerca sulle tracce dello Yeti/Gigantopithecus;

4) ricerca sui microrganismi acquatici in ambienti estremi;

5) esplorazione alpinistica finalizzata alla conoscenza di una porzione della vasta area del costituendo parco nazionale nepalese Gaurishankar-Everest, gemellato, grazie alla Explora, con il parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga;

6) prosecuzione delle attività di cooperazione umanitaria iniziate nel 2011;

7) monitoraggio della terribile situazione venutasi a creare a seguito del tragico terremoto dell’aprile dello scorso anno.

Partners:

Bioapta, CAI sez. di Arsita, CAI sez. di Isola del Gran Sasso, CAI sez. di Macerata, Comune di Fara San Martino, Ibn Battuta Centre, Intermatica, Mico Sport, Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, Ubisoft, Università degli Studi dell’Aquila – Facoltà di Scienze MM.FF.NN. – Dipartimento di Scienze Ambientali, Università di Bologna – Dipartimento BiGeA.

Source: http://extrememalangur2015.blogspot.it/2016/01/extreme-malangur-2015-in-nepal-sulle.html

“}

Leave a Reply

Be the First to Comment!

avatar
  Subscribe  
Notify of